About me

About me

Sono una giornalista, content writer e docente di inglese. Ho deciso di fondare questo blog, per raccontarti attraverso la mia esperienza, come trasferirti o semplicemente fare un'esperienza nel Regno Unito. L'intento è supportarti con tutti i consigli e servizi di cui potresti avere bisogno.

Blog

Welcome to my blog

LONDRA IN PILLOLE

Sei in partenza per Londra: cosa mettere in valigia?

Cosa mettere in valigia? Ecco la lista perfetta

Sei in partenza per Londra e hai solo un bagaglio a mano? Non sei mai stato a Londra, ci starai qualche giorno, lo spazio in valigia è limitato e non sai minimamente cosa portarti. Tranquillo, ci sono passata anche io. Nel corso degli anni, viaggiando spesso, ho imparato ad ottimizzare gli spazi e a portare con me solo lo stretto necessario. In questo articolo ti spiego cosa mettere in valigia se sei in partenza per il Regno Unito.

 

Seguimi sulla mia pagina Instagram per scoprire di più sui miei viaggi, i luoghi che visito e tanti  altri consigli relativi al mondo dei viaggi!

 

  1. Sterline. Non partire all’avventura.  A secondo di dove abiti, dovrai prenotare le sterline presso la tua Banca qualche settimana in anticipo. Sappi che, anche se hai la carta di credito, è sempre consigliabile partire con qualche sterlina nel portafoglio. Non dare per scontato che la tua carta di credito funzierà sempre. Di recente ho accompagnato un gruppo di ragazzi ad Oxford per una vacanza studio e alcuni di loro hanno avuto problemi con la propria carta di credito a causa di un blocco del circuito della banca. Se non avessero avuti dei contanti con se, avrebbero avuto dei seri problemi. Dunque, parti con dei contanti, se proprio hai necessità di cambiare dei contanti in euro, cerca un ufficio che effettua cambi di valuta. Ne trovi in qualsiasi aeroporto o stazione.
  2. Passaporto. Oltre al biglietto del tuo volo, non dimenticare di portare un valido documento di identità. Anche se la carta di identità italiana è ancora accettata, presentare un passaporto può evitarti code e problemi. Inoltre è più semplice il riconoscimento dato che la maggior parte degli aeroporti britannici utilizzano sistemi altamente tecnologici che facilitano il controllo dei documenti. Se non ha il passaporto, usa pure la tua carta d’identità ma assicurati che sia integra e i dati chiaramente leggibili. Se ti presenti con una carta d’identità divisa in due o sbiadita potrebbero negarti l’accesso al paese. Stessa cosa vale con la data di scadenza.
  3. Vestiti comodo e a strati. A seconda del motivo del tuo viaggio, cerca di portare dei vestiti comodi come jeans, leggins o vestiti. Nel Regno Unito, si sa, il clima non è dei migliori e spesso non è stabile. Puoi svegliarti il mattino con un sole pallido che ti da il buongiorno e, magari, essere sorpreso dalla pioggia mentre vai a prendere l’autobus. Che dire: Welcome to the UK! Quindi cosa fare? Oltre alla biancheria intima portati tre o quattro cambi, massimo cinque se il tuo soggiorno sarà più lungo. Porta assolutamente un paio di scarpe comode.  Camminerai, e correrai tanto, non cercare di voler strafare. Non dimenticare di portare delle ciabattine per la doccia. Soprattutto se alloggi in qualche albergo con bagno in condivisione.
  4. Ombrello piccolo o K-Way. La pioggia è uno dei fattori da mettere in conto quando si parte. Anche se partirai d’estate, porta un giubotto, un K-Way o una felpina e cerca di vestirti a strati. Ricorda che sui mezzi fa un caldo pazzesco, quindi tieniti pronto a scoprirti un pò quando sali e a coprirti quando scendi. Anche durante l’estate, le prime ore del mattino e la fascia serale possono essere molto fresche. Non farti cogliere impreparato.
  5. Un adattatore. Le prese elettriche nel Regno Unito sono diverse dalle nostre. Quindi, accertati di portare un adattatore, per caricare o utilizzare qualsiasi dispositivo con presa italiana, onde evitare di correre in giro per la città alla ricerca di uno. Se propri ti dimentichi di acquistarlo o di portarlo, puoi recarti in qualsiasi supermercato o off-licence per acquistarne uno.

Un altro consiglio è quello di limitare il trasporto dei liquidi le cui quantità consentite possono essere consultare sul sito della tua compagnia aerea. Ricordati, inoltre di separarli dal tuo bagaglio e riporli all’interno di una bustina trasparente. Questo ti eviterà ulteriori controlli all’aeroporto, spesso poco ortodossi. Gli agenti di polizia sono capaci disfarti la valigia in 30 secondi per effettuare i dovuti controlli. Dopo averla preparata con cura, non vorrai sistemare tutto di fretta all’aeroporto, vero? Buon viaggio!

You Might Also Like


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Lavoro: come richiedere il NIN?

Il NIN, National Insurance Number, è un documento fondamentale Se ti sei trasferito o ti stai  trasferendo il Inghilterra per...

Chiudi