About me

About me

Sono una digital marketer, blogger e formatrice. Anche TEFL Teacher e formatrice. Da anni mi occupo di informare e supportare la comunità italiana all'estero. Ho deciso di fondare questo blog, per raccontarti attraverso la mia esperienza, come trasferirti o semplicemente fare un'esperienza nel Regno Unito. L'intento è supportarti con tutti i consigli e servizi di cui avete bisogno.

Blog

Welcome to my blog

Imparare l'inglese

Inglese: ecco i 5 errori più comuni nello studio della lingua

 Quali sono i tuoi errori più comuni nella lingua inglese?

Sai quali sono gli errori più comuni che si fanno quando si studia la lingua inglese? Di recente mi è capitato, molto spesso, di vedere degli studenti che fanno più o meno gli stessi errori. Quando vengono da me per iscriversi ai corsi di lingua, spesso partono con la frase: “Con l’inglese sono sempre stata negato” oppure “Ho studiato l’inglese per anni ma inon c’è verso di impararlo”. Io non commento e mi limito ad ascoltare. Durante la prima lezione provo a testare il loro livello ma soprattutto il loro approccio alla lingua e mi accorgo che ci sono, oltre che delle lacune, si tende a commettere in generale gli stessi errori. Se riuscirai a superare questi ostacoli applicando i miei  consigli, sono sicura che riuscirai a dare un senso allo studio della lingua. Ecco i 5 errori più comuni nelo studio della lingua.

La grammatica. Non c’è errore più grande del dare qualcosa per scontato. Anche se vi sembrano delle piccolezze o degli argomenti che fanno parte di un livello più basso rispetto al vostro, non li sottovalute. Tanti studenti vengono da me e mi dicono: “Juli, voglio fare delle lezioni di inglese ma niente grammatica, solo conversazione”. Quando poi inizi con le prime domande, segue il silenzio più totale oppure rispondono ma con tempi verbali scordinati. Allora, che si fa? La grammatica non è per niente da sottovalutare perchè è alla base di qualsiasi testo, orale o scritto. E influisce molto spesso sul significato di ciò che si dice. Quindi, senza di quella, ricordati non andrai da nessuna parte.

Un  consiglio

Scarica la guida gratuita “Come trasferirsi a Londra in tre semplici mosse” e iscriviti alla mailing list per ricevere tante notizie, contenuti speciali e offerte esclusive targete Londra solo andata!

Metodo. E’ un altro elemento fondamentale dello studio in generale. Senza un obiettivo e una linea da seguire, non andremo molto lontano. Prendi ad esempio la grammatica, quanti esercizi hai fatto nella tua vita sul Present simple, past simple e altri argomenti grammaticali? Una marea. Ma poi oltre all’esercizio, sei mai stato in grado di applicarli nella vita reale? Forse qualcuno si. Ma la maggior parte delle persone rispondono con un secco “no”. Questo perchè avere un metodo è importante. Aiutati con le mappe concettuali, gli schemi e impara ad automatizzare, cioè a mettere in pratica, quello che studi. Altrimenti non impararei mai niente. Quindi impara a schematizzare e a dare un motivo ad ogni argomento. Ad esempio, del present simple devi sapere che si usa per descrivere le azioni della vita quotidiana, per indicare l’orario e che si aggiunge una -s alla terza persona singolare con delle eccezioni. Ecc..

http://mappe-dsa.blogspot.com

Le frasi. Come sono costruite le frasi in inglese? Un altro errore che fanno molti studenti è quello di impostare la frase sulla base della propria lingua madre. E spesso a tradurre dall’italiano. Non c’è niente di più sconsigliato sia a livello grammaticale sia a livello di significato. Se si vuole imparare una lingua, ci si deve mettere in testa che bisogna “ragionare come un inglese”. Ti chiederai: “come ragiona un’inglese?”. Il ragionamento che faccio sempre a tutti i miei studenti è di schematizzare e imparare a dare il giusto ordine agli elementi all’interno della frase. Quando, ad esempio, studiamo il present simple piuttosto che il past simple o un altro tempo verbale, dobbiamo distinguere tre tipi di frase: affermativa, negativa e interrogativa ognuna delle quali seguirà una costruzione ben precisa come riportato nella mappa che ho inserito.

I false friends. Un altro errore che si fa quando si traduce (per questo sconsiglio sempre di farlo) è dare per scontato il significato solo perchè la parola è simile a una italiana. Di seguito una lista dei cosiddetti false friends, che possono causare degli spiacevoli fraintendimenti. Eccone alcuni:

  • actually, che significa in realtà (e non attualmente)
  • annoyed, che significa irritato (e non annoiato)
  • eventually, che significa infine (e non eventualmente)
  • parents, che significa genitori (e non parenti)
  • library, che significa biblioteca (e non libreria)
  • factory, che significa fabbrica (e non fattoria)
  • educated, che significa istruito (e non educato)
  • terrific, che significa splendido (e non terrificante)
  • vacancy, che significa posto di lavoro vacante (e non vacanza)

La doppia negazione. Ecco un altro degli errori più comuni in cui molti inciampano. Un esempio comune sono le frasi con il don’t. In una frase come “Non vado al cinema”, la traduzione è “I don’t go to the cinema” e non “I don’t not go to the cinema” perché la negazione è gia inclusa in “do + not” nella sua forma abbreviata. Un altro argomento che mette un pò di confusione è la forma negativa nei pronomi indefiniti. Se in italiano è corretto dire “Non ho visto nessuno”, in inglese non è accettabile. La frase corretta è “I haven’t see anyone” e non “I haven’t seen nobody”. Se volessi usare nobody, dovrei rinunciare a not e avrei “I have see nobody”.

Se anche tu ti sei riconosciuto in uno di questi errori, comincia a cambiare rotta adottando dei piccoli accorgimenti per facilitare il tuo studio. In questo modo, in poco tempo, diventerai il numero uno della tua classe! Se studi da autodidatta leggi l’articolo sui migliori libri da acquistare per studiare per conto tuo. Commenta sulla nostra pagina Facebook e condividi con noi i tuoi dubbi e successi!

You Might Also Like


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *